2Di GROUP > News > News ambito Sicurezza sul Lavoro > Salute e sicurezza sul lavoro: guida per startup
Title Image

Salute e sicurezza sul lavoro: guida per startup

Salute e sicurezza sul lavoro: guida per startup

Guida su adempimenti salute e sicurezza sul lavoro per start upIl tema della salute e sicurezza sul lavoro rientra a pieno titolo tra gli aspetti più importanti di ogni realtà imprenditoriale, a prescindere dalle dimensioni, dalla struttura, dal mercato di riferimento.

Una startup ha il grande vantaggio di poter impostare dalle fondamenta una cultura della sicurezza solida e condivisa: in questo articolo proponiamo un elenco degli elementi chiave da tenere in considerazione.

Salute e sicurezza sul lavoro in 7 punti chiave

Quali sono le aziende tenute ad adeguarsi alle normative sulla sicurezza?

La normativa vigente (vedi sotto) è volta a tutelare chiunque presti la sua opera alle dipendenze di un datore di lavoro: a tutti gli effetti, sono soggette alla normativa tutte le aziende pubbliche o private in cui vi siano lavoratori.

Di seguito vediamo alcuni elementi essenziali da tenere in considerazione.

1. Valutazione dei rischi

La valutazione dei rischi sul luogo di lavoro è un processo chiave per identificare potenziali pericoli, valutare la loro gravità e adottare misure preventive. Questo approccio sistematico consente alle aziende di proteggere i dipendenti, minimizzare gli incidenti e garantire la conformità alle normative. La valutazione coinvolge l’analisi degli ambienti di lavoro, delle attività svolte e delle attrezzature utilizzate.

2. Dispositivi di sicurezza individuale

L’uso appropriato di dispositivi di sicurezza individuale (es. scarpe, guanti, camici, occhiali, etc) è essenziale per prevenire incidenti: di conseguenza, i DPI non solo rispettano le normative sulla sicurezza sul lavoro, ma promuovono anche un ambiente in cui i dipendenti possono svolgere le proprie attività in modo sicuro e protetto.

3. Formazione del personale

La formazione dei dipendenti alla sicurezza, oltre che un obbligo di legge, è un processo che consente di instillare consapevolezza delle misure in atto e comportamenti orientati alla sicurezza. Tutti i lavoratori devono essere istruiti sulle procedure di emergenza, l’uso corretto delle attrezzature e la consapevolezza dei rischi specifici. La formazione continua è cruciale per adattarsi alle dinamiche aziendali. Promuovere una cultura della sicurezza sin dall’inizio contribuisce a creare un ambiente di lavoro consapevole, proteggendo sia i dipendenti che l’integrità operativa della startup.

4. Documento di Valutazione dei Rischi (DVR)

Il Documento di Valutazione dei Rischi è un dossier contenente l’analisi dettagliata dei rischi presenti nell’ambiente lavorativo, come anche le relative misure preventive e protettive. Obbligatorio per legge, fornisce una panoramica chiara delle misure di sicurezza adottate, contribuendo a prevenire infortuni e tutelare la salute dei lavoratori. Inoltre, il DVR è un importante strumento di comunicazione interna, coinvolgendo i dipendenti nella consapevolezza dei rischi e nelle pratiche di lavoro sicure.

5. Kit di pronto soccorso

Nella maggior parte degli ambienti di lavoro, il kit di pronto soccorso è un componente essenziale per affrontare eventuali emergenze. Contenente forniture mediche cruciali come garze, bendaggi, disinfettanti e attrezzi di base, il kit offre un primo soccorso immediato in caso di infortuni o malori. Va collocato in un luogo facilmente accessibile e mantenuto adeguatamente.

6. Monitoraggio continuo

Iniziando un programma di analisi costante di procedure, attrezzature e comportamenti, le startup si mettono in condizione di individuare tempestivamente potenziali rischi e implementare miglioramenti. Il monitoraggio assicura la conformità normativa, protegge i dipendenti da pericoli inaspettati e contribuisce a una cultura aziendale incentrata sulla salute e sicurezza sul lavoro.

7. Nomina del medico competente

Un’azienda è tenuta a nominare il medico competente – o medico del lavoro – quando è soggetta a sorveglianza sanitaria: ricadono in questa categoria tutte le imprese con 50 o più dipendenti e le imprese con meno di 50 dipendenti con rischi specifici – tra questi si annovera anche l’uso dei videoterminali per più di 20 ore la settimana. Ne consegue che la nomina del medico competente è obbligatoria per la maggioranza delle aziende.

Obblighi normativi

I regolamenti in materia di sicurezza sul lavoro che una startup deve rispettare cambiano a seconda di vari fattori. Il documento principale è comunque il “Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro” (D. Lgs. 81/2008), noto anche come “Testo Unico” o “D. Lgs. 81/08”. Questo decreto legislativo ha sostituito la precedente normativa e ha introdotto importanti modifiche e integrazioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il Testo Unico 81/08 stabilisce gli obblighi e i diritti di datori di lavoro, lavoratori e altri soggetti coinvolti nella gestione della sicurezza sul lavoro. Fornisce inoltre disposizioni specifiche sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, nonché sulle misure di protezione e prevenzione da adottare nei luoghi di lavoro.

Dobbiamo tuttavia ricordare che il Testo Unico è stato successivamente integrato da vari decreti ministeriali, circolari e linee guida che forniscono dettagli e chiarimenti, e che la normativa può subire modifiche nel tempo: è sempre consigliabile consultare le fonti ufficiali o ottenere consigli da esperti del settore.

Perchè affidarsi a un team specializzato

Data l’importanza del tema e la mole di conoscenze necessarie, affidarsi a un team specializzato per gestire la sicurezza sul lavoro in una startup garantisce una serie di vantaggi cruciali.

Una consulenza professionale è in grado di identificare e mitigare potenziali rischi in modo proattivo, garantendo la conformità normativa e la sicurezza dei dipendenti. Inoltre, contribuisce a creare una cultura aziendale che pone la sicurezza al centro delle operazioni, migliorando la reputazione aziendale e la fiducia dei dipendenti.

Vuoi maggiori informazioni sulla gestione di salute e sicurezza sul lavoro?